in Censura, Guerra e pace

Il 12 luglio 2007 due elicotteri statunitensi Apache hanno sparato contro un gruppo di persone alla periferia di Baghdad, uccidendone almeno dieci. Tra le vittime, un fotografo e un autista della Reuters e due bambini, rimasti gravemente feriti.

WikiLeaks ha pubblicato un video, ripreso da uno degli elicotteri, da cui emerge chiaramente che l’attacco era ingiustificato. Nelle immagini, in particolare, si vede che dopo aver sparato sul fotogafo, Namir Noor-Eldeen, sul suo autista, Saeed Chmagh, e su un gruppo di persone che erano vicino a loro, gli elicotteri statunitensi sparano anche sui soccorsi che cercano di portare via i feriti.

Contenuto non disponibile
Per visualizzarlo dai il consenso all'utilizzo dei cookie cliccando su "Accetto" nel banner in basso a destra

La Reuters aveva più volte cercato di ottenere il video, ma l’esercito americano lo aveva sempre negato, sostenendo che si era trattato di una regolare azione di combattimento, che le vittime erano dei ribelli iracheni e che tutto era avvenuto nel rispetto delle regole d’ingaggio. L’impressione che si ricava dalla visione del video è piuttosto diversa.

Scrivi un commento

Commento