Hillary Clinton

in Media, Politica

Dear Leoluca, tua Hillary

«A un anno dal 20 gennaio 2009, giorno del giuramento del nuovo presidente Usa, in Italia c’è chi ha già prenotato il biglietto per Washington in caso di vittoria di Hillary Clinton». Il più intimo tra i sostenitori italiani dell’ex first lady, rivela l’Espresso in edicola, è l’ex sindaco di Palermo Leoluca Orlando, oggi deputato dell’Italia dei Valori.

Orlando, scrive il settimanale, si è fatto vivo con l’ex first lady nel momento più buio – quando Hillary aveva appena perso in Iowa contro Barack Obama e sembrava già tagliata fuori dalla corsa per la nomination democratica alla Casa Bianca – e lei, ripartita alla grande, lo ha ringraziato con una mail piena di affetto, pubblicata anche sul sito del deputato: «Caro Leoluca, tu e io abbiamo sorpreso molta gente! Nei giorni dopo l’Iowa ti ho chiesto di stare dalla mia parte. E tu, come sempre, mi sei stato vicino con grande successo. From the bottom of my heart, grazie».

L’Espresso precisa anche che l’amicizia tra Leoluca e Hillary è nata quando l’ex first lady era alla Casa Bianca e Orlando sindaco. «Il paladino dell’antimafia – chiosa il settimanale – è anche l’unico italiano citato nella monumentale biografia della Clinton. E chissà l’invidia degli altri».

Nessuna invidia da parte del sottoscritto. Il 9 gennaio, infatti, ho ricevuto da Hillary un’e-mail identica a quella «piena di affetto» indirizzata a Orlando, anche se non mi sono fatto vivo con lei per rincuorarla della sconfitta rimediata in Iowa. Per godere del privilegio di essere ringraziato «from the bottom of my heart» dalla Clinton è stato sufficiente registrarmi sul suo sito un anno esatto fa, qualche giorno dopo l’annuncio ufficiale via web della sua candidatura.

Da allora ho ricevuto una novantina di e-mail non solo dall’ex first lady, ma anche dalla figlia Chelsea, dal marito ed ex presidente Bill, e perfino da Barbra Streisand, che si è presa la briga di spiegarmi che Hillary conta sul mio aiuto – proprio sul mio! – per riuscire a vincere. Evidentemente hanno letto poco e male quello che ho scritto finora sulle primarie Usa sul mio sito. A questo punto che dite? Prenoto anch’io come Orlando il biglietto per Washington?

Articolo pubblicato anche su Medium

Lascia un commento

Webmention

  • Un posto dove appendere il cappello > Blog Archive > "Il libro delle frattaglie" - Nel libro della Schira, c'è un po' del Cairoli e della sua trippa

    […] nella mia posta elettronica una e-mail di Edoardo Rasssspelli, una delle sue e-mail un po’ clintoniane che invia a te e a un altro mezzo miliardo di amici e di colleghi. Mi informa, Rasssspelli, che […]